Pubblicato il

trasforma la tua caldaia a gasolio in una caldaia a pellet

trasforma la tua caldaia a gasolio in una caldaia a pellet

 

VANTAGGI:

  • Una buona combustione anche in caso di pellet scadente o altro tipo di biomassa come biomassa cippata
  • possibilità di montare il Nuovo bruciatore pellet su caldaie a gasolio esistenti
  • Vasta scelta di potenza da 25 KW a 1 MW
  • Minori tempi di intervento per l’estrazione della cenere grazie al cassetto per la raccolta della stessa (solo modello perfect)
  • Manutenzione facile : non è necessario rimuovere il nuovo bruciatore  pellet per la pulizia e la manutenzione della griglia
  • Basse emissioni di fumi
  • Modulazione della potenza del nuovo bruciatore pellet da 25% a 100% mano a mano che ci avviciniamo alla temperatura massima
  • Risparmio di più del 50 % sul gasolio
  • Uso di componenti elettrici a basso consumo elettrico – Nuovo bruciatore pellet classe A+

Interessante è il prezzo molto concorrenziale del nuovo bruciatore pellet a griglie mobili in quanto non necessita di compressore, e kit esterni per la pulizia

Invece di comprare una stufe a pellet consigliamo di trasformare la tua caldaia a gasolio in una caldaia a pellet con i Nostri bruciatori FIREFOX

Per vedere una brochure informativa sul vantaggio del Nuovo bruciatore pellet clicca QUI

listino prezzi bruciatore pellet FIREFOX 2017/2018

listino prezzi bruciatore pellet FIREFOX 2017/2018

listino prezzi

listino prezzi aggiornato

 

Bruciatori pellet

[:en]trasforma la tua caldaia a gasolio in una caldaia a pellet

VANTAGGI:

  • Una buona combustione anche in caso di pellet scadente o altro tipo di biomassa come biomassa cippata
  • possibilità di montare il Nuovo bruciatore pellet su caldaie a gasolio esistenti
  • Vasta scelta di potenza da 25 KW a 1 MW
  • Minori tempi di intervento per l’estrazione della cenere grazie al cassetto per la raccolta della stessa (solo modello perfect)
  • Manutenzione facile : non è necessario rimuovere il nuovo bruciatore  pellet per la pulizia e la manutenzione della griglia
  • Basse emissioni di fumi
  • Modulazione della potenza del nuovo bruciatore pellet da 25% a 100% mano a mano che ci avviciniamo alla temperatura massima
  • Risparmio di più del 50 % sul gasolio
  • Uso di componenti elettrici a basso consumo elettrico – Nuovo bruciatore pellet classe A+

Interessante è il prezzo molto concorrenziale del nuovo bruciatore pellet a griglie mobili in quanto non necessita di compressore, e kit esterni per la pulizia

Invece di comprare una stufe a pellet consigliamo di trasformare la tua caldaia a gasolio in una caldaia a pellet con i Nostri bruciatori FIREFOX

Per vedere una brochure informativa sul vantaggio del Nuovo bruciatore pellet clicca QUI

Pubblicato il

Nuovo punto e-commerce DPSystem

nuovo punto e-commerce DPSystemNuovo punto e-commerce DPSystem

Oggi è disponibile un nuovo punto e-commerce DPSystem. Qui potete acquistare direttamente accessori e pezzi di ricambio per bruciatori e caldaie alimentate a pellet o cippato a prezzi vantaggiosi.

I prodotti sono di ottima qualità, testati e idonei per la realizzazione di impianti a pellet completi o per l’ampliamento o la manutenzione di impianti esistenti di qualsiasi potenza. Oltre alla vendita tramite il nuovo punto e-commerce DPSystem fornisce assistenza per la posa in opera oppure offre direttamente servizio di installazione e certificazione dell’impianto secondo la normativa vigente.

Prima di ordinare i prodotti è possibile avere una consulenza e un sopralluogo per una pre-analisi sugli impianti da realizzare e i prodotti da utilizzare in base alle Vs esigenze specifiche.

Per accedere alla pagina e-commerce cliccare QUI

Per avere informazioni, consulenza e un preventivo personalizzato clicca QUI

Pubblicato il

cogenerazione a cippato di legno in Sardegna

cogenerazione a cippato di legnoCogenerazione a cippato di legno in Sardegna a servizio di attività per il trattamento dei vegetali

E’ in fase di realizzazione un nuovo impianto per il trattamento di biomasse vegetali in Sardegna asservito da un impianto di cogenerazione alimentato a Syngas. L’impianto è composto da:

essiccatore cogenerazione a cippato di legno syngas– un grosso essiccatore posto all’esterno per l’essicazione del cippato e poter così avere la materia prima per la produzione di combustibili di provenienza vegetale. L’essiccazione è molto importante per dare maggior valore energetico al combustibile finale. Il grado di umidita finale che si intende raggiungere è del 8-10% rendendo possibiloe anche la produzione di pellet certificato A1-A2

– Coclee per lo spostamento del cippato umido e secco per la lavorazione e coclee per il caricamento dei due cogenratori da 45 KWelettrici 120 Kw termici.

gassificatore cogenerazione a cippato di legno – macchinari per la trasformazione della biomassa secca in combustibile certificato A1-A2.

Per questo genere di attività si necessita di molta energia termica ed elettrica e quindi DPSystem progettazione ha pensato di dotare il sistema di cogenerazione a cippato di legno. Il vantaggio è che il processo sfrutta, con altissimi rendimento ed efficienza, l’energia primaria immessa abbattendo notevolmente i costi e le immissioni di CO2 in atmosfera.  L’ energia elettrica prodotta viene immessa in rete ricevendo un forte  incentivo dal GSE. Infatti l’ utilizzo di questi sistemi per produrre e poi sfruttare in simultanea energia elettrica e termica permettono un risparmio di energia primaria (PES) del 34%.

 

Il sistema è altamente efficiente e rappresenta una delle soluzioni migliori per utilizzare l’energia contenuta nelle biomasse in quanto utilizza un processo di gassificazione e non di incenerimento delle stesse

L’impianto ha una capacità di trattamento di cippato che si aggira sui 20.000 ql di biomassa.

Il complesso è dotato di un largo spiazzale per il pre-trattamento delle biomasse prima che vengano fatte  entrare nel processo di trattamento vero e proprio.

Pubblicato il

sistema ibrido CC trifase in malga borcola

Progettazione  e installazione di sistema ibrido cc trifase presso Malga Borcola (Tn)- conclusione della prima stagione – bilancio energetico finale per determinare azioni future per il risparmio energetico.

fotovoltaico sistema ibrido cc trifaseSi è concluso presso Malga Borcola l’installazione e il collaudo del sistema ibrido CC trifase  che alimenta le attività estive di produzione formaggi. La potenza massima dell’impianto è di 10KVA, ed è dotato di un gruppo di generazione fotovoltaico e di un generatore a gasolio. Il sistema ibrido cc trifase potrà in futuro essere integrato con altri sistemi di produzione di energia quali eolico o idroelettrico che verrebbero direttamente allacciati al sistema .Grazie a questo sistema ibrido cc trifase, si notano da subito un evidente risparmiaro sul gasolio e il netto aumento della sostenibilità dell’azienda.

Le varie sorgenti di energia per la carica delle batterie e la fornitura di energia elettrica alla malga vengono gestite tramite una centralina di controllo .

Si è calcolato un risparmio di emissioni di CO2 del 50% grazie all’energia fornita dal fotovoltaico.

Il sistema di batterie è composto da 12 elementi da 2V 2500Ah per una capacità totale di accumulo di circa 60KWh di cui disponibili 18KW. Questo permette una erogazione di circa 6KVA costanti per 3 ore. Il fotovoltaico in giornate di sole può produrre dai 5KWh (giornata nuvolosa) ai 15-18 KWh (giornata soleggiata) permettendo di coprire una grossa fetta di richiesta energetica giornaliera da parte delle attività della malga.

Si attende ora un resoconto finale grazie ai dati registrati giorno per giorno sulla produzione di energia fotovoltaica, l’attivazione del generatore a gasolio e la carica della batteria. Si prevede un risparmio di gasolio del 25-30% ma attendiamo i dati effettivi. La stagione estiva 2014, come sappiamo tutti, non è stata delle migliori in termini di giornate soleggiate e questo ha inciso oltre che sulla produzione fotovoltaica ma anche di visite alla Malga.

Pubblicato il

Sistemi per la produzione di energia da fonti alternative

pdf2scarica informazioni

Produzione energia da fonti alternative

DPSystem:  progettazione ed installazione di sistemi per la produzione di energia da fonti alternative.

DPSystem mette a disposizione la propria esperienza nella progettazione ed installazione di vari tipi di impianti che permettono di ottenere produzione di energia da fonti alternative e rinnovabili che permettono la riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera e riducono l’effetto serra.

Contattaci per una valutazione e un preventivo

Pubblicato il

Visite agli impianti cogenerazione

Visite agli impianti cogenerazione
Visite agli impianti

Visite agli impianti cogenerazione

Nella regione Trentino Alto Adige sono attivi da alcuni anni impianti cogenerazione visitabili previo appuntamento. Le visite agli impianti cogenerazione sono organizzate per il secondo e l’ultimo week-end di ogni mese, salvo eccezioni che saranno tempestivamente comunicate agli interessati. La visita sarà occasione per parlare con i ns tecnici e approfondire i vantaggi economici che offre l’inserimento di un cogeneratore a cippato nella propria PMI.

Pubblicato il

impianto micro idroelettrico su acquedotto di Nogaredo

Progettazione e installazione impianto micro idroelettrico su acquedotto di Nogaredo.

impianto micro idroelettrico su acquedotto di Nogaredo
turbina idroelettrica Nogaredo

E’ in corso, presso il comune di Nogaredo, lo studio, la progettazione e la realizzazione di un impianto micro idroelettrico su acquedotto di Nogaredo della potenza di circa 6 kW. L’equipe progettuale è composta dallo studio DPSystem per la parte elettrica/idraulica e lo Studio Opera per la realizzazione della struttura e del collegamento alla rete elettrica. Dai primi dati raccolti le tratte di conduttura utilizzate a tale scopo sono quelle che vanno dalla vasca di Noarna alla vasca di Nogaredo/Brancolino con un salto di circa 118 mt con una produzione di energia meccanica di 7 KW.

L’impianto potra generare annualmente 40 MWh di energia elettrica circa (dipende dalle ore di funzionamento) contribuendo ad abbattere una quantità di CO2 in eccesso dovuta all’utilizzo di idrocarburi pari a circa 28 tonnellate.

Il progetto infatti prevede una pompa multistadio composta da una pompa Pat reversibile, che può funzionare sia come pompa che come turbina. La resa si aggira sul 72%. L’inserimento della turbina offre anche il vantaggio di regolare la pressione sulle condutture di riempimento vasche e permettere di sfruttare in maniera ottimale tutta l’acqua disponibile.

Le vasche vengono dotate di piccolo impianto in isola per poter alimentare un sistema di monitoraggio livelli acqua ed è composto da un pannello fotovoltaico con batteria in tampone. In questo modo è possibile monitorare a distanza la situazione dell’acquedotto tramite un sistema di controllo che può anche inviare messaggi di allarme e di stato dell’impianto attraverso accesso remoto/GSM.