Pubblicato il

Sistemi per la produzione di energia da fonti alternative

pdf2scarica informazioni

Produzione energia da fonti alternative

DPSystem:  progettazione ed installazione di sistemi per la produzione di energia da fonti alternative.

DPSystem mette a disposizione la propria esperienza nella progettazione ed installazione di vari tipi di impianti che permettono di ottenere produzione di energia da fonti alternative e rinnovabili che permettono la riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera e riducono l’effetto serra.

Contattaci per una valutazione e un preventivo

Pubblicato il

Visite agli impianti cogenerazione

Visite agli impianti cogenerazione
Visite agli impianti

Visite agli impianti cogenerazione

Nella regione Trentino Alto Adige sono attivi da alcuni anni impianti cogenerazione visitabili previo appuntamento. Le visite agli impianti cogenerazione sono organizzate per il secondo e l’ultimo week-end di ogni mese, salvo eccezioni che saranno tempestivamente comunicate agli interessati. La visita sarà occasione per parlare con i ns tecnici e approfondire i vantaggi economici che offre l’inserimento di un cogeneratore a cippato nella propria PMI.

Pubblicato il

impianto micro idroelettrico su acquedotto di Nogaredo

Progettazione e installazione impianto micro idroelettrico su acquedotto di Nogaredo.

impianto micro idroelettrico su acquedotto di Nogaredo
turbina idroelettrica Nogaredo

E’ in corso, presso il comune di Nogaredo, lo studio, la progettazione e la realizzazione di un impianto micro idroelettrico su acquedotto di Nogaredo della potenza di circa 6 kW. L’equipe progettuale è composta dallo studio DPSystem per la parte elettrica/idraulica e lo Studio Opera per la realizzazione della struttura e del collegamento alla rete elettrica. Dai primi dati raccolti le tratte di conduttura utilizzate a tale scopo sono quelle che vanno dalla vasca di Noarna alla vasca di Nogaredo/Brancolino con un salto di circa 118 mt con una produzione di energia meccanica di 7 KW.

L’impianto potra generare annualmente 40 MWh di energia elettrica circa (dipende dalle ore di funzionamento) contribuendo ad abbattere una quantità di CO2 in eccesso dovuta all’utilizzo di idrocarburi pari a circa 28 tonnellate.

Il progetto infatti prevede una pompa multistadio composta da una pompa Pat reversibile, che può funzionare sia come pompa che come turbina. La resa si aggira sul 72%. L’inserimento della turbina offre anche il vantaggio di regolare la pressione sulle condutture di riempimento vasche e permettere di sfruttare in maniera ottimale tutta l’acqua disponibile.

Le vasche vengono dotate di piccolo impianto in isola per poter alimentare un sistema di monitoraggio livelli acqua ed è composto da un pannello fotovoltaico con batteria in tampone. In questo modo è possibile monitorare a distanza la situazione dell’acquedotto tramite un sistema di controllo che può anche inviare messaggi di allarme e di stato dell’impianto attraverso accesso remoto/GSM.